FONDAZIONE CARRIERO: ARTE NELLA VECCHIA FORNACE E NELLE SALE DI PALAZZO VISCONTI

  • Sabato 30 gennaio 2016 Ore 15.00

DURATA: 1h
PREZZO: 15
Prenotazione entro 15 gg dalla data di visita.
APPUNTAMENTO: 
Via Cino del Duca, 4,

PRENOTATI

Nel cuore di Milano, a pochi passi da Piazza San Babila, una residenza gotica  apre le sue porte: è la Fondazione Carriero aperta da qualche giorno negli spazi ristrutturati di una vecchia fornace e nelle sale di Palazzo Visconti, creando un unico spazio espositivo
Nata dalla passione del suo fondatore, l’imprenditore del settore petrolifero e collezionista Giorgio Carriero, la Fondazione, intende proporre opere inedite, recuperate o appositamente commissionate.
Già la dimora stessa che ospita le collezioni è di per sé un elemento originale: Casa Parravicini è infatti una residenza gotica in mattoni rossi di cotto, uno dei pochi palazzi quattrocenteschi rimasti a Milano, che spicca in contrapposizione allo stile rococò dell’adiacente Palazzo Visconti Modrone.  Lo spazio espositivo di 500 mq, che in passato ha ospitato la sede di una banca, è stata riadattata negli interni da Gae Aulenti nel 1991 e ora si compone di 7 sale tra il primo e il secondo piano. L’atmosfera è quella di una dimora privata, con una fortissima identità storica ed estetica, in cui le collezioni d interagiscono tra loro e con lo spazio in maniera sempre inedita.
L’ attuale mostra, quella che inaugura la Fondazione Carriero,  è Imaginarii curata da Francesco Stocchi, un’indagine sulla concezione dello spazio e sull’esperienza dello stesso  tramite le opere di Gianni Colombo, Giorgio Griffa e Davide Balula. Tre artisti, tre epoche differenti e tre contesti che si trovano a dialogare tra loro tra sala e sala. L’arte cinetica di Gianni Colombo, i fondali insoliti di Giorgio Griffa e le sue grandi tele non incorniciate che si fondono con lo spazio, e  ancora l’installazioni di Davide Balula collegata alle finestre della stanza a lui dedicata, che crea un impatto visivo sorprendente